Skip to main content

Il capitale sociale post-sisma nell’aquilano: nella tesi di laurea la testimonianza di ANCeSCAO

L’incontro tra una giovane laureanda dell’Università di Torino e l’Associazione Culturale “San Demetrio”.

Martedì 30 gennaio l’Associazione Culturale “San Demetrio” ha ricevuto la visita di una studentessa laureanda dell’Università di Torino al lavoro sulla tesi magistrale incentrata sull’utilizzo del capitale sociale post-sisma nel contesto aquilano.

Il racconto dell’esperienza vissuta dai volontari dell’associazione ha ripercorso le tappe che dal tragico evento sismico del 2009 hanno portato l’associazione del piccolo comune di San Demetrio ne’ Vestini (AQ), soprattutto oggi, ad essere un prezioso luogo di incontro e socialità. Nel 2012 l’inaugurazione della nuova sede realizzata grazie al contributo di ANCeSCAO Nazionale e l’impegno del Comitato Pro-terremotati e da allora diverse sono state le attività che hanno riportato ad una graduale ripresa dell’associazione.

Da subito l’obiettivo primario del centro oggi presieduto da Angela Maria Salvatore è stato quello di avviare una politica sociale a favore degli anziani attraverso attività ricreative, turismo sociale, momenti di intrattenimento culturale e aggregazione ma anche incontri divulgativi su temi di salute, benessere e lotta alla solitudine nella terza età. Con il trascorrere del tempo l’associazione ha riscosso un notevole successo sviluppando, grazie ai propri volontari e iscritti, lo svolgimento di nuove attività che permettono l’apertura quotidiana della sede.

Tutto questo ha permesso di ricreare quel tessuto sociale disgregatosi dopo il terremoto: “Forse la comunità ha capito che socializzare è vivere meglio. – commenta la Presidente Salvatore – Ringraziamo ANCeSCAO Nazionale per averci sostenuto e per l’impegno profuso nel supportarci e indirizzarci al meglio per una corretta gestione di questa realtà”.

Nella foto i volontari dell'associazione durante un momento di festa nel 2019.

Abruzzo, #ColtiviamoBenessereSociale, 2024