Il Centro ANCeSCAO di Veroli (FR) ospita il Centro di Alberobello (BA)

Un gemellaggio tra due comunità fisicamente distanti ma umanamente vicine.

ANCeSCAO è Amicizia!

Nel grande spirito di solidarietà che contraddistingue da sempre ANCeSCAO è fortemente percepibile anche un sentimento di apertura e confronto verso i territori, per consolidare sempre di più la rete che unisce l’intera famiglia di Centri, Soci e Volontari. Una bella iniziativa che da sempre viene organizzata è quella del gemellaggio tra Centri, una preziosa occasione di conoscenza reciproca sulle proprie tradizioni ma soprattutto di concretizzarsi come importante punto di riferimento sui territori.

Il Centro Anziani “Beata Fortunata Viti” di Veroli, guidato dal suo vulcanico Presidente Luigi Cretaro, si sta impegnando concretamente in una serie di attività che hanno il pregio di porre l'accento sull'accoglienza e la bellezza verolane. La meritoria associazione, grazie anche all’azione di ANCeSCAO Nazionale nella persona del suo Consigliere Nazionale Michelino Lucidi, il quale si è interessato di curare i primi contatti, ha portato a Veroli un nutrito gruppo del Centro di Aggregazione della Terza Età proveniente da Alberobello, al fine di stringere un gemellaggio tra due comunità fisicamente distanti ma umanamente vicine.

La cerimonia, semplice e tuttavia toccante, si è svolta giovedì 3 ottobre nell’Aula Consiliare del Comune Ernico, alla presenza del Sindaco di Veroli Simone Cretaro, dell’Assessore ai Servizi Sociali Patrizia Viglianti, dell’Assessore ai Servizi Sociali di Alberobello Anna Piepoli. A firmare il solenne patto di fratellanza, i Presidenti delle due realtà associative: Luigi Cretaro per Veroli, Domenico Ignisci per Alberobello.

La comitiva si è trattenuta in città per tre giorni, nel corso dei quali ha potuto ammirare le bellezze ciociare: le Abbazie di Casamari e Montecassino, le Basiliche di Santa Maria Salome e di Sant’Erasmo, la cascata di Isola Liri, ed altri posti meravigliosi che la generosa terra del frusinate custodisce nel suo scrigno di tesori. Non sono mancati i momenti ludici, con la premiazione del nonno e della nonna con più anni di esperienza sulle spalle, svoltasi con l'amichevole partecipazione del Consigliere Nazionale ANCeSCAO Lucidi, nel corso di un simpatico ed animato pranzo presso il ristorante "L'Abbazia".

Entusiastici i commenti dei pugliesi, che sono arrivati come turisti ma sono ripartiti come fratelli di Veroli tutta, stringendo in un abbraccio di cordialità e di affetto i tanti verolani che li hanno accolti e vezzeggiati nel corso della loro permanenza. Parole di apprezzamento per questa importante esperienza sono state espresse da tutti i partecipanti, unitamente all'augurio che, grazie alla fattiva e propositiva attività dell'ANCeSCAO verso i suoi associati, altre belle iniziative di aggregazione possano concretizzarsi.

Lazio, Puglia, 2019