Un "Incontro" di cultura e tradizioni

Ad Abbadia San Salvatore (SI) i volontari del Centro “L’Incontro” al lavoro per promuovere tradizioni e vecchi saperi.

ANCeSCAO è promozione del territorio!

Luoghi aperti a tutti dove coltivare vecchi e nuovi interessi, i Centri ANCeSCAO da sempre organizzano numerose attività per la comunità in ambito ricreativo, culturale e sociale. Preziosa è la collaborazione con gli enti e le realtà associative del territorio per la realizzazione di progetti e iniziative, tra cui quelle volte al vivo mantenimento delle tradizioni locali e dei vecchi saperi.

I cittadini del piccolo Comune toscano di Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena, possono contare sugli attivissimi volontari ANCeSCAO del Centro Sociale Ricreativo e Culturale Anziani “L’Incontro”. Capitanato dalla Presidente Pasqualina Centolavigna, solo nel 2019 il Centro ha organizzato numerose attività dedicate ai Soci: dai corsi di ginnastica ai soggiorni estivi, ma anche gite culturali con visite guidate, spettacoli teatrali, momenti ricreativi, conviviali e un gemellaggio con il Centro Sociale Anziani di Firenze.

Promuovere queste attività anche in un’ottica intergenerazionale costituisce uno degli obiettivi primari che ANCeSCAO A.P.S. da sempre si propone di raggiungere, e rappresenta per i “nonni” volontari de “L’Incontro” un’importante missione. Dalla collaborazione nata con la scuola elementare “L. da Vinci” del paese in occasione della Festa dei Nonni, il Centro ha portato sui banchi e nelle aule racconti e storie della vita di un tempo: dopo aver consegnato dei simpatici biglietti creati proprio dai volontari, tra farina di castagne e ricette tramandate di famiglia in famiglia i giovanissimi alunni hanno messo le mani in pasta e preparato polenta, pici e altri piatti della tradizione “badenga”. Gli studenti delle scuole medie invece sono stati ospitati proprio presso il Centro in occasione degli appuntamenti dedicati al gioco popolare del panforte e dei momenti di approfondimento sulla storia del proprio paese, con i racconti e le testimonianze legati alla miniera del Monte Amiata, in passato uno dei più importanti stabilimenti di mercurio al mondo. Oggi al suo posto c’è il Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore, che racchiude importanti valori storico-culturali da preservare e far conoscere sul territorio; grazie alla collaborazione con gli istituti scolastici locali anche “L’Incontro” diventa un importante tassello per la promozione delle origini e dello sviluppo economico locale, nonché portavoce dell’impatto sociale che le miniere ebbero sulla comunità. Le origini di Abbadia San Salvatore e le sue tradizioni restano vive anche grazie alle attività di intrattenimento dedicate a tutta la comunità, come le piccole rappresentazioni teatrali su temi della storia paesana locale messe in scena dai Soci del centro.

Tra le tante iniziative spiccano anche azioni benefiche e di solidarietà come le visite alla casa di riposo “Fabbrini” e al centro diurno “Il Sole”, dove i volontari hanno portato in dono dolci e piccoli pensieri durante il periodo natalizio; cura non solo delle persone ma anche dell’ambiente con gli interventi pulizia del verde urbano del paese e degli spazi del Centro Giovani e delle scuole medie.

Toscana, 2020