25 anni di socialità: auguri al Centro Ricreativo Sangiacomense

Da 25 anni il Centro Ricreativo Sangiacomense è protagonista della vita della comunità di San Giacomo delle Segnate (Mantova) e Domenica 23 Giugno si è celebrato il 25° anno di fondazione del Centro.

ANCeSCAO è fare comunità, e tale intento della nostra associazione viene concretizzato quotidianamente su tutto il territorio nazionale dalle tante volontarie e volontari che dedicano il loro tempo ed energie a favore degli altri.

Un’impegno importante per realizzare azioni e progetti utili con forti ricadute positive sulle comunità locali, che però molto spesso viene dato per scontato e vissuto come “normale” proprio dal volontario stesso, fino a quando un giorno – sfogliando vecchie fotografie e rievocando momenti vissuti – si arriva a realizzare in un attimo il valore del proprio impegno.


E’ il caso del Centro Ricreativo Sangiacomense di San Giacomo delle Segnate, piccolo comune mantovano di 1.500 abitanti al confine tra Lombardia ed Emilia, dove Domenica 23 Giugno si è svolta la giornata di celebrazione del 25° anniversario del Centro.


La giornata, gestita in modo eccellente dal Comitato di Gestione coordinato dal Presidente locale Gianfranco Guicciardi, ha avuto inizio al mattino e ha visto la presenza dei vertici ANCeSCAO, il Presidente Nazionale Esarmo Righini, il Presidente Coordinamento Regionale Lombardia Giancarlo Repossi, il Presidente Coordinamento Provinciale Mentore Donini, l’Onorevole Anna Lisa Baroni, il Sindaco Giuseppe Brandani e l’Amministrazione Comunale, il Comandante della Caserma Carabinieri Lgt. Oronzo Bardoscia, Associazioni Locali, cittadini e alcune Associazioni provinciali ANCeSCAO.


Le celebrazioni sono iniziate con il corteo, con i labari delle Associazioni e del Comune, accompagnato dalla Fanfara dei Bersaglieri di Mantova, che ha sfilato per le vie del Paese portandosi sul Sagrato della Chiesa e, accolto dal Parroco Don Roberto Buzzola, è entrato nella Parrocchiale per la celebrazione della Santa Messa.


Prima della solenne funzione Franco Bernardi, VicePresidente del centro ricreativo nonché consigliere nazionale ANCeSCAO, con una breve introduzione ha ribadito l’importanza e il ruolo del volontariato, e l’importanza della collaborazione tra le Associazioni ed ha ricordato, in modo commosso, i vari Dirigenti e Soci del Centro scomparsi in questi anni.


La giornata non è stata solo una celebrazione dell’impegno del passato, ma è stata anche l’occasione per orientare lo sguardo verso il futuro, in quanto è stata effettuata una breve visita alla nuova sede del Centro Ricreativo, in fase di ultimazione lavori, presso l’Ex Scuola Elementare.


Terminata la visita ci si è recati presso il Teatro Parrocchiale per il Pranzo Sociale curato con la consueta dedizione dal Direttivo del Centro Ricreativo e da soci volontari, coordinati dalla tesoriera Bianca Marchetti.

Durante il pranzo sociale sono state consegnate targhe a ricordo del 25° alle autorità, alle associazioni e a vari volontari con intermezzi della Fanfara.


Oltre alla “storia” del Centro, questa celebrazione è stata anche l’occasione per scoprire piccole ma grandi storie. Storie di volontariato dalle quali sono nati legami di amicizia e di solidarietà che rimangono indelebili e si rafforzano nel tempo.
E’ la storia di Armando Settura e Valentino Coresmini, e rispettive consorti, provenienti dal Comune di Castegnato (Brescia). Un’amicizia che è nata a seguito del Sisma del 2012 in quanto alcuni componenti erano impegnati allora nella cucina del Campo Terremotato. Una solidarietà e un’amicizia che si ripete annualmente con costanti contatti e reciproche visite.

Il Presidente Guicciardi e tutto il Comitato di Gestione del Centro Ricreativo ringraziano tutti coloro che hanno partecipato alla buona riuscita della manifestazione.

Lombardia, 2019