Notizie e aggiornamenti per i Centri dell'Emilia Romagna

Dopo la riapertura degli orti, la Regione Emilia Romagna - prima in Italia - indica la possibilità di riapertura in sicurezza anche per i Centri Sociali della Regione a partire dal 25 Maggio.

Il nostro passato, il nostro agire in silenzio ma con determinazione, il nostro operare per alleviare situazioni di disagio, solitudine e fragilità, viene pubblicamente riconosciuto unitamente all’importanza che riveste la nostra Associazione nel tessuto sociale Regionale. Proprio in questa Regione ha sede l'Associazione Nazionale e qui sorse, a Bologna, il primo Centro sociale per anziani italiano: il "Rosa Marchi".

L’impegno e le forze che anche recentemente e in questa particolare circostanza, a Centri Sociali chiusi, i Volontari di ANCeSCAO APS dell’Emilia-Romagna hanno messo in campo sono state notevoli.

Nell'ambito della campagna nazionale "Mai soli con ANCeSCAO", i volontari dei Centri e delle strutture territoriali emiliano romagnole si sono distinti per importanti raccolte fondi per un importo totale di 310.000 € destinato a favore delle strutture sanitarie per l’acquisto di materiale per la protezione individuale degli operatori, ma soprattutto per l'attivazione di servizi quali la consegna della spesa e dei farmaci a domicilio, l'avvio di modalità di contatto telefoniche e "virtuali" dei Soci anziani, e altre importanti iniziative realizzate in con le Istituzioni locali e con le altre Associazioni del volontariato e del Terzo settore regionale.

Azioni concrete e tangibili per tentare di alleviare i tanti e nuovi bisogni a seguito dell’isolamento forzato in casa della popolazione tra cui la solitudine, lo stress del malessere e le tante difficoltà che crea l’isolamento in questa condizione nel precludere le relazioni sociali.

Domenica 17 Maggio, con la nuova ordinanza (Decreto 82/2020 del 17/05/2020), la Regione Emilia Romagna ha previsto la possibilità per i nostri Centri di riaprire.

A fronte del nuovo scenario INVITIAMO tutti come sempre alla massima prudenza e ad attenervi strettamente alle norme di sicurezza indicate e a raccordarvi in maniera costante con gli enti locali e con le Strutture territoriali regionali e provinciali di ANCeSCAO, che stanno già mettendo in campo azioni a sostegno della ripartenza dei Centri del territorio.

L'Associazione Nazionale proseguirà il costante monitoraggio delle normative nazionali e regionali, e l'importante dialogo con il Forum Nazionale del Terzo Settore e con le istituzionali nazionali.

Emilia-Romagna, 2020