Skip to main content

L’Agcom, Autorità garante per le telecomunicazioni, ha di recente condiviso una notizia importante: sono infatti state introdotte agevolazioni per i consumatori con disabilità (sordi, ciechi totali, ciechi parziali e invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione).

A cura dell’avvocato Carmen Agnello, responsabile settore telecomunicazioni Confconsumatori.

L’Agcom, Autorità garante per le telecomunicazioni, ha di recente condiviso una notizia importante: sono infatti state introdotte agevolazioni per i consumatori con disabilità (sordi, ciechi totali, ciechi parziali e invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione).

Con la Delibera 290/21/Cons, Agcom ha stabilito che le persone affette da sordità siano esentate dal pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico, mentre i ciechi totali, i ciechi parziali e gli invalidi che hanno un’offerta di servizi di accesso a Internet a consumo possono beneficiare di 180 ore di navigazione gratuita per tutta la durata del rapporto contrattuale. Inoltre, la delibera dell’Autorità prevede che le imprese fornitrici riconoscano alla nuova clientela rappresentata da sordi e ciechi totali o parziali la possibilità di usufruire del servizio Adsl in modo gratuito e senza costi di attivazione e disattivazione.

Alle stesse quattro categorie di persone, gli operatori di rete fissa sono tenuti ad applicare una riduzione del 50% sul canone mensile, da applicare al prezzo base di tutte le offerte flat e semiflat voce e dati e alle offerte di sola navigazione Internet, indipendentemente dalla tecnologia e dalla velocità di connessione scelta. Inoltre, ogni richiesta dell’utente per l’aggiornamento del piano tariffario deve essere eseguita gratuitamente dall’operatore dove tecnicamente possibile.

Gli operatori di telefonia mobile devono applicare ai consumatori con disabilità uno sconto del 50% da calcolare sul prezzo base di almeno un’offerta tra quelle maggiormente vendute.

Le agevolazioni sono in vigore fino al 30 giugno 2024 (36/23/Cons) e l’elenco degli aventi diritto allo sconto del 50% è stato esteso ai minori con queste forme di disabilità: sordità, cecità totale, cecità parziale, invalidità nella capacità di deambulazione. In questo modo i genitori o tutori dei bambini con disabilità che siano beneficiari delle agevolazioni possono “richiedere l’agevolazione a nome dei minori con disabilità su cui esercitano la potestà parentale”. Tra le offerte destinate i minori compaiono anche il parental control, il filtro famiglia che permette di monitorare o bloccare l’accesso a determinate attività da parte del minore e di impostare il tempo di utilizzo di computer, tv, smartphone e tablet.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.confconsumatori.it, dove sono disponibili tutti i recapiti delle sedi di Confconsumatori.

2024