ANCeSCAO per la Giornata Nazionale della Solitudine

In occasione della Giornata nazionale della solitudine, ANCeSCAO e  Confconsumatori, nell'ambito del progetto Anziano Fragile, propongono il questionario sulla percezione del benessere per gli over65

ANCeSCAO è…salute e benessere

Oggi, in occasione della giornata nazionale contro la solitudine dell’anziano, chiediamo il tuo aiuto per far emergere la voce degli over65 e riflettere su quanto questa situazione di fragilità pesi sulla popolazione anziana e in particolare sui soggetti affetti da demenze o patologie degenerative.

ANCeSCAO A.P.S. e Confconsumatori promuovono il progetto Anziano fragile: verso un welfare comunitario”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (Avviso 1/2017) che si propone di realizzare un’articolata azione di tutela, inclusione, informazione e valorizzazione della popolazione anziana, anche attraverso un questionario anonimo compilabile online e una brochure informativa sui campanelli d’allarme dell’invecchiamento patologico.

Compilando il questionario online ci aiuterai a comprendere meglio la percezione che gli over65 hanno della società, dei servizi e delle difficoltà di oggi: dalle relazioni sociali all’autosufficienza, fino alla percezione della qualità dei servizi sanitari e sociali. Il questionario ha anche l’utile scopo di scoprire quali sono i settori reali in cui intervenire per migliorare la vita della fascia anziana della popolazione.

I risultati saranno raccolti e presentati a servizi sanitari, medici e specialisti, assistenti sociali, enti locali e amministratori, proprio per fornire un dato reale sulle esigenze e i bisogni della fascia over65 della di popolazione.

All’interno del questionario un’intera sezione è dedicata alle relazioni sociali, con domande orientate a scoprire lo stato delle relazioni sociali e quanto le persone si sentono sole, proprio perché siamo coscienti che la solitudine provoca conseguenze pesanti sulla salute, in particolare nella popolazione anziana, e si manifesta con la perdita di legami e relazioni sociali, spesso molto importanti.

La perdita di legami e, di conseguenza, l’isolamento volontario degli anziani, può essere un campanello d’allarme dell’invecchiamento patologico: con l’avanzare dell’età è normale avere qualche difficoltà in più con la memoria, ma ci sono anche segnali da non sottovalutare, che possono indicare il rischio di patologia (disturbo cognitivo o demenza). Difficoltà occasionali possono capitare a tutti, ma bisogna prestare attenzione quando i disturbi sono di nuova comparsa, o gravi o frequenti. ANCeSCAO A.P.S.Confconsumatori hanno realizzato una pratica guida che aiuta a identificare i 10 principali campanelli d’allarme dell’invecchiamento patologico, fondamentali per una diagnosi precoce.

2019