#ripresAncescao – Covid e disuguaglianze sociali: il volontariato di Terni a confronto

Giovedì 8 Ottobre ANCeSCAO Terni tra i protagonisti del convegno “Le conseguenze della pandemia su povertà e disuguaglianze – evidenze sociali ed esperienze di aiuto in città”.

#ripresAncescao

Dall’inizio del lockdown ad oggi la pandemia che si è propagata sull’intero territorio nazionale ha peggiorato le condizioni di chi già viveva situazioni di disagio e difficoltà. Per fronteggiare questa situazione moltissimi volontari e cittadini si sono mobilitati avviando attività di sostegno e supporto alla popolazione maggiormente colpita. In piena emergenza sanitaria e nonostante la sospensione delle attività dovuta alla chiusura delle sedi di centri e associazioni, anche ANCeSCAO A.P.S. è scesa in campo dimostrandosi sempre attiva e al fianco delle proprie comunità realizzando numerose iniziative solidali in tutta Italia nell’ambito della campagna #maisoliconancescao (scopri le iniziative qui).

Di questo tema se ne è parlato giovedì 8 Ottobre a Terni in occasione dell’incontro “Le conseguenze della pandemia su povertà e disuguaglianze – evidenze sociali ed esperienze di aiuto in città”, promosso e organizzato da Cesvol Umbria, dall’Associazione “Pensare il domani” e dalle associazioni di volontariato locali. L’incontro rientra nell’ambito del programma del Festival dello sviluppo sostenibile di ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) e tra i tanti ospiti ha visto anche la partecipazione di Lorenzo Gianfelice, referente territoriale della Struttura Comprensoriale ANCeSCAO di Terni – Umbria Sud, che ha portato la propria testimonianza raccontando l’esperienza dei Centri e delle associazioni ANCeSCAO coinvolte nell'emergenza sanitaria.

Tra le attività promosse la rete ANCeSCAO di Terni ha attivato diversi servizi gratuiti a sostegno della comunità più fragile, in particolare:

  • Spesa e consegna di farmaci a domicilio per gli anziani non autosufficienti.
  • Servizi di telefonate o videochiamate per esprimere vicinanza ai Soci più anziani e soli, raccogliendo e monitorando le loro esigenze.
  • Istituzione di un numero verde per ricevere richieste in merito a prestazioni sanitarie e visite mediche.
  • Apertura dello sportello in collaborazione con Confconsumatori per far fronte a problematiche legate a utenze domestiche, ai servizi postali, al turismo e ai trasporti ma anche alla tutela dei dati personali, all’accesso alla giustizia, ai prodotti o servizi bancari, assicurativi, finanziari e ai rapporti con la pubblica amministrazione.
  • Contest creativi rivolti a cittadini, famiglie e bambini per animare i giorni trascorsi in quarantena.
  • Incontri online “Restiamo Connessi. Il potere delle relazioni”, trasmessi in diretta sulla pagina Facebook di ANCeSCAO Umbria Sud per discutere su temi d’interesse per Soci e non solo.

Al convegno, introdotto dal Presidente dell’Associazione “Pensare il domani” Giacomo Porrazzini e Daniela Mercorelli di Cesvol Umbria e moderato da Silvia Camillucci Coordinatrice Cesvol Umbria, hanno partecipato:

  • Cristiano Ceccotti, Assessore al Welfare del Comune di Terni
  • Adriana Lombardi, Associazione “Pensare il domani”
  • Raffaele Federici e Cristina Montesi, docenti dell’Università degli Studi di Perugia
  • Ideale Piantoni, direttore di Caritas Terni-Narni-Amelia
  • Tommaso Sereni, Azione Cattolica Giovani
  • Alessandro Rossi, Presidente Auser Terni – La Cittadinanza non ha età
  • Marco Cavallari, Istituto Casagrande-Cesi

Nel pomeriggio si è svolto invece il workshop “Terni città sostenibile: dialogo sociale per una proposta di sviluppo”, organizzato in collaborazione con Centro Studi Vanoni.

ANCeSCAO DONA

Il 5 Ottobre inoltre, grazie all’impegno profuso nell’assistenza alla popolazione e al grande spirito di coesione e solidarietà dimostrato in un momento tanto difficile, la rete dei centri ANCeSCAO di Terni ha ricevuto un riconoscimento da parte dell’Amministrazione Comunale in occasione della quinta edizione del Dono Day, la giornata dedicata a chi fa del dono una pratica quotidiana.

L’intera manifestazione si è rivelata un significativo momento di confronto per riflettere sul grande valore del volontariato e del suo indispensabile e straordinario ruolo all’interno di ogni comunità, dell’importanza della collaborazione e della condivisione soprattutto per riuscire a far fronte a situazioni di estrema difficoltà.

 

Umbria, 2020, #ripresAncescao