#ripresAncescao – Al campo di Lipa un aiuto da ANCeSCAO

Al Centro "L'Airone" di Castenaso (BO) la raccolta solidale di aiuti umanitari per soccorrere i migranti di Lipa.

 

Sono migliaia i migranti ancora oggi bloccati a Lipa (Bosnia-Erzegovina) in quel che rimane del campo profughi distrutto dall’incendio dello scorso 23 dicembre. Da allora lottano ogni giorno per sopravvivere alle condizioni disumane in cui si trovano, condividendo miseri spazi nei ripari di fortuna che sono riusciti a costruire con i resti degli accampamenti scampati alle fiamme.

Settimana dopo settimana la situazione si è sempre più aggravata e diverse organizzazioni sono al lavoro per sostenere i profughi intrappolati nel gelo balcanico, tra cui anche i volontari ANCeSCAO del Centro Sociale Ricreativo Culturale “L’Airone” di Castenaso (BO) che sabato 13 febbraio sono riusciti a recuperare grandi quantità di beni nell’ambito della raccolta solidale di aiuti umanitari da loro organizzata. L’iniziativa si è subito diffusa nell’intera comunità, che ha risposto con entusiasmo e partecipazione.

Tanta la soddisfazione anche per i volontari coordinati dalla Presidente Nives Zaccherini, orgogliosa del loro impegno e del grande spirito di solidarietà che da sempre contraddistingue l’Associazione sul territorio. 

Emilia-Romagna, #ripresAncescao, 2021