Fermano e ANCeSCAO contribuiscono a creare una "rete" e la rete spezza la solitudine!

FERMANO E ANCeSCAO INSIEME PER VINCERE LA SOLITUDINE domenica 11 settembre 2016 Come nelle precedenti edizioni, la “Festa del...

 

FERMANO E ANCeSCAO INSIEME PER VINCERE LA SOLITUDINE

domenica 11 settembre 2016

Come nelle precedenti edizioni, la “Festa del Fermano e della sua gente” ha rappresentato una riuscitissima occasione di incontro fra il territorio e ANCeSCAO, opportunamente articolata in tanti momenti, da quello religioso a quello di approfondimento di un argomento di larga attualità quale: “Il volontariato femminile e la sua valorizzazione”, all’evento ha preso parte il Vice Presidente Nazionale di ANCeSCAO Gianfranco Lamperini e Michelino Lucidi dell'Esecutivo di Presidenza, oltre a rappresentanti di spicco del mondo culturale.

Un avvenimento organizzato dal presidente del Coordinamento Provinciale Ancescao di Fermo, Luigi Perticarà magnificamente supportato dai volontari – anche familiari - che hanno curato l’organizzazione e la presentazione dello spettacolo che si è svolto alla Rotonda del Lungomare di Porto S.Elpidio, sul cui palco si sono esibiti il gruppo folcloristico del Centro Sociale Polivalente per Anziani di Acquaviva delle Fonti (BA), oltre ad artisti molto noti come Piero Massimo Marchi e il sempre applauditissimo Jhonson Righeira, naturalmente non poteva mancare una nota di colore cara a tutti ovvero il “coretto” di bambini e l’esibizione di giovanissimi ginnasti.

Sullo stesso palco lo scambio di saluti fra le autorità e una nutrita rappresentanza dei vertici nazionali e regionali di ANCeSCAO. I membri presenti della Presidenza Nazionale si sono complimentati per la riuscita e le finalità dell’avvenimento, significativi i messaggi di saluto del sindaco di Porto S. Elpidio Nazareno Franchellucci, e quello di Acquaviva delle Fonti Francesco Ruggero Carlucci, che ha guidato la simpatica comitiva pugliese, composta, in massima parte, dai ballerini e cantanti del centro sociale anziani della sua città e dal loro presidente, nonché dal referente regionale della Puglia Antonio D’Ambrosio.

Il Sindaco Franchellucci ha esordito, nel suo messaggio di saluto, esprimendo il benvenuto al collega pugliese e ai volontari coinvolti anche a livello familiare da Perticarà “per l’alta qualità della manifestazione – ha detto – che nella nostra città si ripete da tre anni. Vedere un Lungomare strapieno di persone è motivo di soddisfazione per tutti noi, anche perché come ha detto il sacerdote officiante, don Antonino Valentini, nell’omelia della messa di questa mattina: per trovare la pace dentro di noi, è necessario cercare di non essere soli. Vincere perciò la solitudine è l’impegno che i nostri Centri Anziani, che rappresentano una grande famiglia con tanti meriti, portano avanti, anche ballando, occasione di sano incontro e divertimento”.

Il primo cittadino di Acquaviva delle Fonti, dott. Carlucci, ha rivolta parole di gratitudine al sindaco del luogo e agli organizzatori della manifestazione “che dà una dimensione esatta – ha sottolineato – di quello che dev’essere il compito dei Centri Anziani, ovvero quello di creare comunità e aggregazione”. L’amministratore pugliese, ha rivolto parole di merito nei riguardi del Centro Anziani della sua città “una bella realtà – ha evidenziato con evidente soddisfazione – e in crescita”, non trascurando di mettere in evidenza i rinomati prodotti agricoli di Acquaviva quali le famose cipolle rosse e altro.

Una giornata di festa, dunque, nel corso della quale Porto S.Elpidio ha messo in evidenza l’efficienza del suo Lungomare, la buona cucina a base di pesce, che tutte le centinaia di convenuti hanno avuto modo di apprezzare, la disponibilità del prestigioso Teatro delle Api, dove si è svolto il convegno del mattino, e, soprattutto, tanta cordialità.

Da evidenziare, inoltre, la partecipazione dei Centri Anziani del territorio, la loro presenza nei gazebo allestiti nel Lungomare, nei quali si è dato luogo ad un mercatino dell’artigianato, con manufatti realizzati dai volontari dei Centri Sociali ANCeSCAO.

Molti i dirigenti ANCeSCAO intervenuti, dal presidente regionale Gilberto Martellotti, i presidenti dei coordinamenti provinciali di Ancona Renato Santini, di Macerata Angelo Formica, di Pesaro Oscar Gabbani, del tesoriere del Consiglio Regionale Luigi De Nardis e numerosi dirigenti anche dell’Ascolano.

La loro presenza è una testimonianza importante di come si possa realizzare la coesione sociale in uno spazio che riunisce e fa incontrare tante persone di diverse culture ed età, contribuisce a far conoscere un territorio, è un modo gioioso di relazionarsi alle autorità, un'occasione di incontro tra cittadini non solo del proprio comune ma anche di altri comuni e di altre regioni. L’ANCeSCAO contribuisce a creare una “rete” e la reta spezza la solitudine!

Marche, 2016