“Memoria e futuro”: al Forum PA premiato un progetto di ANCeSCAO Parma

Il progetto “Memoria e Futuro”, che vede ANCeSCAO Parma capofila, è stato premiato all’edizione 2019 di Forum P.A.

 

Evitare che l’invecchiamento biologico diventi invecchiamento sociale, agire sulla ri-socializzazione dell’individuo, promuovere la salute, l’inclusione e l’autonomia sono gli obiettivi che ANCeSCAO persegue da sempre con diverse iniziative su tutto il territorio italiano.

La stretta collaborazione con le istituzioni locali, inoltre, consente di instaurare una rete di welfare comunitario in cui tutti i servizi sono coadiuvati da un’azione di partecipazione e cittadinanza attiva.

Ne è un esempio il progetto “Memoria e Futuro“, di cui ANCeSCAO Parma è capofila, grazie al quale il Comune di Parma ha ricevuto il prestigioso premio dell’attestato di merito riservato ai 100 migliori progetti italiani, nell’ambito dell’edizione 2019 di Forum P.A. e che è stato ritirato dall’assessora al Welfare Laura Rossi, accompagnata dal delegato alla Disabilità Mattia Salati.

L’attestato di merito è stato successivamente consegnato a Benedetto D’Accardi, Presidente del Coordinamento ANCeSCAO di Parma, nell’ambito di un evento promosso Sabato 1 Giugno, al Centro Sociale "Il Tulipano" per celebrare il decennale del progetto.

Forum PA è tra i più importanti eventi nazionali dedicati al tema della modernizzazione della pubblica amministrazione e ha l'obiettivo di dare visibilità alle iniziative più interessanti che possono aiutare l’Italia e i singoli territori ad affrontare le debolezze dell’attuale modello di sviluppo, tracciando una crescita sostenibile verso e oltre il 2030. La convinzione che sta alla base dell’iniziativa vede la costante ricerca di innovazione da parte delle amministrazioni centrali e locali, ma anche da parte di associazioni e start up, come percorso irrinunciabile per assicurare benessere e sviluppo alle comunità.

Il progetto “Memoria e futuro”, attivo dal 2009, è finalizzato al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e riguarda un sistema “Peer to Peer” (da pari a pari) nel quale anziani volontari accompagnano altri anziani più in difficoltà per permettere loro di risolvere problemi di mobilità e vivere a pieno all'interno della società.

Grazie al progetto gli anziani che necessitano di un trasporto per esigenze personali possono prenotarlo chiamando un numero che li mette in contatto con una segreteria unica, la quale prende in carico la richiesta e coordina tutti i veicoli presenti. Agli anziani vengono proposti inoltre dei pacchetti e percorsi studiati ad hoc per poter promuovere un invecchiamento attivo, con particolare attenzione alle persone con disabilità motoria. Gli interventi previsti dal modello Memoria e Futuro sono rivolti ai cittadini prevalentemente over 65 sia autosufficienti che non autosufficienti, residenti nel Comune di Parma e zone limitrofe e il trasporto solidale è totalmente gratuito.

Il modello è stato messo in atto da un network di 16 associazionidel territorio, dove ANCeSCAO Parma è promotore, composto da: Auser-Filo d’Argento, Centro Sociale “Il Tulipano”, Comitato Anziani San Leonardo, Fondo Provinciale Solidarietà e Multisoccorso, Ufficio Diocesano per la Pastorale degli Anziani, Orti Sociali Via Venezia, Comitato Anziani Torrile-San Polo, Centro Sociale Anziani Montanara-Vigatto, Comitato Anziani Molinetto-Oltretorrente, Centro Anziani “Ivo Vespini”,  Intercral Parma, Centro Anziani Orti del Garda e Centro Sociale Anziani Medesano,  le quali  mettono a disposizione mezzi e risorse umane.

Il progetto non potrebbe esistere senza i volontari (opportunamente formati) che prestano servizio come autisti ed accompagnatori e rendono concretamente possibile i trasporti, ma è da ricordare anche il ruolo svolto dalle segreterie delle associazioni interessate nel concordare i servizi, venendo così incontro alle esigenze della popolazione anziana in difficoltà.

Info: www.mobilitamemoriafuturo.it

Emilia-Romagna, 2019