Frosinone: incontri sul tema "Occhio alle Truffe"

ANCeSCAO Lazio - Incontro sul tema "Occhio alle Truffe" Frosinone

INCONTRI DEI CENTRI ANZIANI ADERENTI AL COORDINAMENTO PROV.LE ANCESCAO

CON LA QUESTURA DI FROSINONE, sul tema " Occhio alle Truffe”

Si sono concluse, con l'incontro presso il Centro di Piglio, le conferenze organizzate in collaborazione con La Questura di Frosinone, sul tema "Occhio alle Truffe ".

L'argomento, di sicuro interesse per tutti gli iscritti, ha visto la partecipazione dei seguenti dirigenti e funzionari della Questura:

  • dr. Filippo Santarelli - Questore di Frosinone
  • dr. Carlo Bianchi -dirigente Squadra Mobile
  • dr.ssa Antonella Chiapparelli - dirigente Divisione Amministrativa e Sociale
  • dr.ssaCristina Rapetti e dr.ssa Cristina Pagliarosi

Il convegno è iniziato con l'intervento del sindaco di Piglio, dr. Mario Felli il quale ha tenuto a sottolineare l'importanza dell'iniziativa voluta dal Coordinamento Prov.le Ancescao di Frosinone ed organizzata in collaborazione con il Centro Anziani.

Ha inoltre ringraziato il Questore di Frosinone ed il suo staff , per la disponibilità dimostrata. Ha quindi preso la parola il presidente del Centro sig. Fabio Falamesca il quale salutando tutti i convenuti , ha evidenziato come la numerosa rappresentanza di iscritti dimostri il particolare interesse che si annette all'argomento.

L'intervento del presidente del Coordinamento Ancescao di Frosinone, sig. Ferdinando Matarese, si è incentrato sulle motivazioni che hanno determinato la forte recrudescenza di tali ed altri reati negli ultimi anni , imputabili oltre che alla crisi economica, anche al disagio sociale che ne deriva. Ha inoltre sottolineato come l'esigenza di "protezione" degli anziani si concretizzi anche attraverso le attività svolte delle reti associative, quali Ancescao, che contrastano la solitudine e la frammentazione sociale, fattori, questi, che possono agevolare le attività criminose in riferimento.

Il Questore Dr. Filippo Santarelli ha evidenziato come il bisogno di sicurezza, sopratutto delle persone anziane, rappresenti un impegno istituzionale per tutte le forze di polizia che va perseguito con ogni mezzo; ha anche sottolineato l'esigenza di instaurare, quanto più possibile, rapporti di collaborazione con i cittadini, per prevenire al meglio tali eventi criminosi, confermando al riguardo la piena disponibilità della struttura che dirige.

Sono stati presentati quindi alcuni filmati rappresentanti le modalità di svolgimento di tale tipologia di reato, commentati dalla dr.ssa Bianchi e dalla dr.ssa Chiapparelli, che hanno anche fornito alcuni suggerimenti ed indicazioni su comportamenti atti alla prevenzione dei reati. Altre raccomandazioni cautelative ed esempi pratici sono stati illustrati dalla Dr.ssa Rapetti e dr.ssa Pallacrosi, con invito ai presenti a far ricorso all'intervento delle forze di polizia in caso di necessità.

I precedenti incontri sono stati effettuati presso i Centri Anziani di Castro del Volsci, Veroli ed Anagni, ed in ogni manifestazione si è registrata una massiccia presenza di iscritti (da 80 a 100 partecipanti). Un caloroso ringraziamento per la collaborazione offerta va quindi indirizzato anche i sigg. De Giuli Pietro (presidente di Castro) Luigi Cretaro (presidente di Veroli) Silvio Castigli (presidente di Anagni), nonchè ai rispettivi sindaci di detti Comuni sigg. Massimo Lombardi, Simone Cretaro e Fausto Bassetta, per la loro presenza ed il loro prezioso contributo.

Lazio, 2017