A Latina le buone pratiche degli “Anziani in Azione”

Domenica 23 Febbraio al Centro “Nuova Latina – Nascosa” l’Open Day di presentazione del progetto “Anziani in Azione”.

Perché è importante progettare? Tra gli obiettivi primari di ANCeSCAO A.P.S. la progettualità è fondamentale perché permette ai Centri di mettersi in gioco, entrare in rete con realtà associative o istituzionali del territorio, crescere e promuoversi a livello locale ma non solo: ciò che più conta per tutti quei volontari che quotidianamente investono impegno ed energie è offrire un servizio a favore della propria comunità. Ed è proprio qui che la progettazione scende in campo.

Domenica 23 Febbraio il Centro Aggregativo Sociale e Culturale “Nuova Latina – Nascosa” di Latina capitanato da Maurizio Leonoro ha aperto le porte all’intera cittadinanza per l’Open Day di presentazione del progetto “Anziani in Azione”, che rientra tra i vincitori del Bando Nazionale 2019 proposto da ANCeSCAO A.P.S (leggi il progetto qui).

“Anziani in Azione”, che ha preso il via in Ottobre, vuole realizzare un vero e proprio intervento di incontro, socialità e inclusione all’interno del Quartiere 5 Nascosa di Latina attraverso una ricca offerta di attività ed iniziative ricreative, culturali e laboratoriali volte al miglioramento della qualità della vita dei più anziani, spesso colpiti da solitudine o fragilità. Non solo: tra gli obiettivi principali del progetto c’è anche il coinvolgimento degli anziani ancora autosufficienti nel divenire volontari del Centro, mettendo a disposizione tempo, competenze ed energie per aiutare chi più ne ha bisogno.

Tra le “buone pratiche” in programma l’istituzione del Portierato Sociale di Quartiere, un punto informativo e divulgativo presso il Centro per raccogliere i bisogni degli anziani non autosufficienti, orientarli ed accompagnarli in un percorso inclusivo e di aggregazione affrontando tutte quelle esigenze legate alla quotidianità (andare a fare la spesa, passeggiate, ritiro degli esami, accompagnamento dal medico etc.).

L’Open Day è stata l’occasione per far conoscere le azioni legate al progetto – spiega Maurizio Leonoro, Presidente del Centro e referente del progetto – ma anche per condividere uno spazio e far conoscere soprattutto ANCeSCAO. Assieme ai presenti abbiamo visitato gli spazi del Centro e illustrato ad ognuno i vari laboratori raccogliendo idee e suggerimenti”. Per l’occasione tutti i partecipanti hanno ricevuto un gadget in omaggio, realizzato proprio durante uno dei laboratori.

Proprio per incontrare gli interessi di tutti ma stimolarne allo stesso tempo di nuovi, i laboratori spaziano tra i temi più diversi (artigianato, giornalismo, cucito, visite culturali, astronomia, incontri generazionali…) e addirittura vengono organizzati a domicilio proprio per garantire un coinvolgimento collettivo dell’intero quartiere: “Nell’ambito delle Buone Pratiche – racconta Leonoro – abbiamo sperimentato questa formula per gli anziani che non possono raggiungere il Centro; per loro rappresenta un fondamentale supporto non solo morale ma anche psicologico: condividendo passioni e ricordi riescono a sentirsi ancora utili e parte di un obiettivo condiviso da raggiungere.

All’Open Day hanno partecipato anche Giovanni Palombi per ANCeSCAO Pontino e tutte le associazioni che collaborano alla realizzazione del progetto: Solidarte APS, Ass. Pontina di Astronomia APA Gruppo Latina, Le Ali Solidali APS, Forma Mentis APS, Modavi Gruppo Pontino per Emanuele APS, Istituto Comprensivo “Don Milani” ed ENEF - Ente Nazionale per la Formazione. Per creare uno spirito di condivisione e diffondere un buon esempio di cittadinanza attiva, tutte le attività e le iniziative realizzate nell’ambito del progetto “Anziani in Azione” verranno inserite nel giornalino del Centro. 

Per saperne di più: www.centroaggregativo.it

Lazio, 2020