I Centri Anziani Sociali ANCeSCAO incontrano la storia di Roccavecchia domenica 14 giugno 2015

Commemorazione del disastro ecologico di 400 anni fa a Rocca de Vivi dell’8 febbraio 1616 I Centri Anziani Sociali ANCeSCAO del...

Commemorazione del disastro ecologico di 400 anni fa a Rocca de Vivi dell’8 febbraio 1616

I Centri Anziani Sociali ANCeSCAO del Coordinamento Provinciale dell’Aquila hanno partecipato, con le loro delegazioni, alle celebrazioni commemorative della “GIORNATA della MEMORIA” in occasione del IV Centenario della slavina che l’8 febbraio 1616 ha distrutto Rocca de’ Vivi. La giornata è stata organizzata dal sig. Angelo Romanelli, presidente Centro Anziani Ancescao di Roccavivi del comune di S. Vincenzo Valleroveto prov. AQ., in collaborazione con il parroco del paese, don Peppino Sicliani. Dopo aver accolto con un ricco buffet le delegazioni dei Centri partecipanti presso il Centro Anziani, la manifestazione si è svolta nei luoghi della memoria, nel borgo antico di Rocca de’ Vivi: le stradine e i pochi ruderi rimasti evocano ancora le storie del tempo che fu e testimoniano l’impegno comune profuso per la ricostruzione,affinché sia d’esempio per le generazioni future. Dopo la celebrazione della Santa Messa officiata dai parroci don Peppino Siciliani e padre Franco D’Orazio, nel Santuario ( restaurato) della Madonna delle Grazie di Rocca dé Vivi e il pranzo al sacco offerto dall’Organizzazione, tutti i convenuti si sono riuniti di nuovo all’interno della Chiesa per ascoltare la storia del tragico evento. A seguire , il presidente del Coordinamento Provinciale Ancescao , Michelino Lucid,i ha ricordato che è’ importante ricordare il passato per farlo conoscere alle nuove generazioni, cercando di non ripetere gli errori e , seguendo come esempio, la ricostruzione fatta da quelle poche persone sopravissute alla slavina, che hanno lavorato duramente per far rinascere il paese, annullando tutte le divergenze politiche e sociali, con il solo scopo del rilancio di tutta la comunità “Rocchiciana”. Continua Lucidi ,la commemorazione serve sopratutto in questo momento come segno di grande insegnamento di progetti di vita, ripartire di nuovo con strade di convivenza sociale , politica e religiosa verso nuovi sviluppi per la comunità con serenità e maggiore solidarietà ; mantenere uniti i rapporti con tutte le associazioni ed essere in sinergia con le istituzioni,specialmente quelle locali (Comuni) evidenziando tutti i valori che la popolazione di Roccavivi ha, per un unico obiettivo :“ lo sviluppo sociale e culturale della Comunità ” . A fine giornata,gli organizzatori, hanno consegnato delle targhe ricordo a tutti Centri e Associazioni presenti in segno di ringraziamento per la partecipazione. L’assemblea si è sciolta con l’augurio di rivedersi al più presto per un altro incontro territoriale.

Michelino Lucidi

Abruzzo