Differenza tra Bed & Breakfast e Airbnb

«Ho un appartamento vuoto e vorrei affittarlo per brevissimi periodi: che differenze ci sono tra un semplice Bed and Breakfast e un Airbnb?»

Risponde l’avvocato Elena De Simone, di Confconsumatori Parma.

Con l’espressione “Bed and Breakfast” letteralmente “letto e prima colazione” si intende la possibilità offerta da alcuni proprietari di immobili a ospiti occasionali (ad es. turisti) di soggiornare in una stanza del loro appartamento per periodi limitati (ad esempio un fine settimana) fornendo loro oltre al letto il servizio di prima colazione. Tale attività è  praticata per lo più in via non professionale dalle famiglie che vogliono arrotondare il loro stipendio e viene disciplinata prevalentemente dalle leggi regionali che, direttamente o indirettamente, si riportano alla ln. 135/2001 dettata in tema di “riforma della legislazione nazionale del turismo”.

L’espressione “AIRBNB”, invece, indica un social network, che virtualmente fa incontrare le persone che offrono una camera o un appartamento, sempre per brevi periodi, con persone che cercano un alloggio.  In questo caso però la colazione viene esclusa.  

Queste soluzioni sono ottimali per entrambe le parti contraenti, per il conduttore perché può disporre di un alloggio, totale o parziale, a costi limitati e per il locatore perché, proprio in virtù della continua rotazione degli occupanti, percepisce potenzialmente dal bene un reddito spesso maggiore di una normale locazione abitativa con il vantaggio di non vedersi occupato l’immobile per lunghi periodi.

I problemi, però, possono sorgere quando l’unità abitativa si trova in condominio perché il “turnover” delle persone che usano una sola unità abitativa può creare disagio alla tranquillità del Condominio.

Concludendo: prima di valutare se ospitare nelle proprie unità abitative delle persone con la modalità del Bed & Breakfast o del AIRBNB occorre valutare se tale possibilità è vietata dal regolamento condominiale.

2021