Benvenuti in ANCeSCAO al Centro "Le Nonne" di Savigno

Un nuovo centro ANCeSCAO nasce a Savigno (Valsamoggia), paese incastonato tra le più belle colline bolognesi e celebre per il suo pregiato Tartufo Bianco e per l'enogastronomia di qualità.

Sabato 18 Maggio, il Centro "Le Nonne" ha dato il via alla propria attività in ANCeSCAO con la "Festa del Tesseramento", che ha visto la presentazione del Comitato di gestione, presieduto da Maria Pia Parazza, e l'illustrazione dei prossimi obiettivi e  delle attività che si svolgeranno nella struttura.

A questo importante momento hanno preso parte il Sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno e la Presidente della municipalità Daniela Cannetti, che hanno evidenziato il grosso lavoro svolto che ha portato alla nascita di un centro di enorme utilità  per una realtà appenninica, e che sarà punto di aggregazione non solo per la popolazione anziana ma anche per l'intera collettività.

Il Centro "Le Nonne" diventa quindi il sesto Centro ANCeSCAO nel Comune di Valsamoggia, e si aggiunge ai centri socioculturali  "Cassanelli" di Bazzano, "Lanzarini di Stiore, "Pedrini" di Crespellano, "Raimondi" di Calcara e "Baiesi" di Castello di Serravalle. 

Durante l'incontro è stato espresso un forte desiderio di collaborazione e di "scambio" tra tutti i centri, elemento ripreso da Ivonne Morandini- presidente del Centro Baiesi" - che in rappresentanza di tutte le altre realtà associative ANCeSCAO ha dato il "benvenuto" al nuovo Centro.

Oltre alla collaborazione con le altre realtà ANCeSCAO, il centro ha già in corso importanti collaborazioni con la Polisportiva Savignese, Proloco di Savigno, AUSER Valsamoggia e altri soggetti che animano la vita culturale e sociale della località.

Le api non producono solo il gustoso miele, ma sono un indispensabile presidio per l'ambiente e per il mantenimento della biodiversità. Tale importanza è riconosciuta anche dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, che ha deciso di designare il 20 Maggio quale "Giornata mondiale delle api".

Ed è proprio questo insetto "speciale" il protagonista dello straordinario progetto "Bee Happy: un condominio per le api solitarie" realizzato a Bologna, nell'area Ortiva comunale Saragozza gestita dal Centro Sociale ANCeSCAO "2 Agosto 1980". Il progetto, realizzato nell'ambito delle attività di alternanza scuola lavoro del Liceo Artistico "Arcangeli", culminerà con la cerimonia di inaugurazione ufficiale che si terrà Sabato 18 Maggio 2019, alle ore 15.00, nell'area ortiva di Via Saragozza 142.

Un progetto che parte da lontano e che coinvolge numerosi partner ed esperti del settore. Da due anni un gruppo di ricerca del CREA-AA e dell’Università di Bologna sta studiando la diversità delle api selvatiche in alcuni orti della città e degli studi è emerso che gli Orti Saragozza risultano essere quelli con la maggiore biodiversità.L’idea di costituire il primo condominio per api solitarie in questo luogo è nata nel settembre 2018, dal piacere di permettere e offrire la possibilità ad un tipo di ape (solitaria, non produce miele) di nidificare e trovare “asilo politico” in una casa accogliente, proprio nell’area dove è stata più volte avvistata, ospite gradita perché segnale di benessere ambientale.

Gli orti ANCeSCAO, oltre ad essere luoghi di socialità ed incontro intergenerazionale, sono quindi custodi della biodiversità, grazie soprattutto ad una gestione oculata dell’ambiente da parte degli utenti: la presenza di molte piante in fiore, sia ortive che aromatiche e ornamentali, coltivazioni senza uso di sostanze chimiche, passione e dedizione nella cura degli spazi circostanti sono il motivo del successo di questo habitat per api solitarie.

Negli Orti Saragozza è stato anche trovato un esemplare maschio di una specie asiatica, il Megachile disjunctiformis, non ancora segnalata in Europa, e che è oggetto di ricerche più approfondite a cura degli studiosi..

Programma della giornata:

Ore 15.00: Introduzione e apertura della giornata Prof.ssa Anna Chiari StinchiOre 15:15: testimonianze degli studenti e dei docenti dell'indirizzo di Architettura e ambiente e dell'indirizzo pitturaOre 15:30: intervento della ricercatrice CREA Laura BortolottiOre 16:00: Saluto della Responsabile della Commissione Orti di Ancescao Città Metropolitana dott.ssa Patrizia PretiOre 16:30: Intervento del Presidente del Quartiere Porto-Saragozza Lorenzo CiprianiOre 16:45: Cerimonia di Inaugurazione, presiede Teresa Fabbri, ortolana storica fondatrice dell’area

 

E per finire Merenda nell'orto, accompagnati da musiche celtiche della tradizione orale

View the embedded image gallery online at:
https://www.ancescao.it/emilia-romagna?start=20#sigProId100081127d

Poesia nei Centri ANCeSCAO per promuovere la cultura del territorio

Il Centro Sociale Circolo Albinetano e i Comprensori Monti Lepini-Ausoni e Pontino assieme al Centro di Promozione Sociale “Dante Bono” giungono alla terza edizione dei rispettivi concorsi di poesia aperti a vecchie e nuove generazioni per valorizzare la cultura dei propri territori.

1^ Edizione Regionale della "Gara del Pomodoro" promossa da ANCeSCAO Emilia Romagna

ANCeSCAO Emilia-Romagna - Gara del Pomodoro

Dopo le prime tre edizioni svolte a Modena da un'idea nata all'interno del Centro Sociale Orti di Albareto, per volontà del suo presidente Pietro Barbi, da quest'anno questa interessante e per certi versi curiosa iniziativa, verrà sviluppata a livello regionale dalle principali realtà ortive di ANCeSCAO, in collaborazione con FICO Eataly World (il più grande parco del cibo al mondo), Fondazione FICO e COOP Alleanza 3.0.

ANCeSCAO è tradizione: a Migliarino il campionato mondiale della salama da sugo

Italia, culla di arte, cultura e cibo buonissimo. La sua cucina è ritenuta la più famosa a livello internazionale per la diversità di gusti, ricette e ingredienti che si possono trovare in ogni regione, tant’è che nel 2013 la rivista statunitense “Forbes” ha proclamato la cucina dell’Emilia Romagna come la più buona al mondo.

Sono tanti infatti i piatti emiliano-romagnoli che vantano un’importante reputazione e le cui origini risiedono in tempi antichi. Uno dei più conosciuti viene da Ferrara ed è senza dubbio la salamina, o salama, che già nel XVI secolo veniva lodata dal celebre cuoco della corte estense Cristoforo di Messisbugo. Di lei ne hanno parlato anche altri personaggi illustri, storici e letterati – da Lorenzo de’ Medici ad Antonio Frizzi o Don Domenico Chendi, parroco di Tresigallo che fu il primo a rivelarne la ricetta nel volume “L’agricoltore ferrarese” – testimoniando così nel corso della storia le tradizioni culinarie tipiche del territorio ferrarese, che si sono tramandate fino ai nostri giorni e che ancora oggi vengono considerate veri e propri momenti di festa e socialità.

È con l’intento di preservare e valorizzare tali tradizioni che dal 2010 il Centro ANCeSCAO “Il Volano” di Migliarino, in provincia di Ferrara, organizza la manifestazione “Salamina & Friends – Campionato mondiale della salama da sugo” con la collaborazione del socio Massimo Miozzi. L’iniziativa, ormai consolidata sul territorio ferrarese, coinvolge ogni anno una decina di produttori locali scelti in giro per la provincia, che portano in gara le proprie salamine, ognuna delle quali rispetta scrupolosamente i canoni del regolamento IGP – marchio ottenuto nel 2014 – proponendo anche ricette personali segrete e rivisitate. La salamina vincitrice viene decretata da una giuria di esperti, che dopo un attento assaggio dei prodotti in gara assegna un punteggio basato su criteri di gusto, profumo e consistenza.

Il contest di quest’anno, svoltosi domenica 17 Febbraio, ha visto vincitrice la salamina di Buonacompra, dove ogni anno si svolge la famosa sagra. Tra i concorrenti anche il centro sociale ANCeSCAO “Il Quadrifoglio” di Pontelagoscuro (FE).


 

Dal 2014 elemento peculiare di ogni campionato è la presenza di un altro prodotto emiliano-romagnolo a marchio IGP: dopo il Fortana e il Pampapato questa nona edizione ha visto protagonista la coppia o “ciupeta”, rappresentata da Cristina Maresi dell’agriturismo “Le Occare” di Runco (FE), dove ancora si prepara il tipico pane ferrarese in un antico forno del XIX secolo.

L’entusiasmo è ancora nell’aria ma gli organizzatori stanno già pensando alla decima edizione che, a detta della presidente del centro “Il Volano” Monica Chiarini, sarà ricca di novità: grazie ad un importante finanziamento ottenuto dalla vincita del bando Destinazione Turistica Romagna promosso dalla Regione Emilia Romagna, il campionato “Salamina & Friends” diventerà un grande evento di riferimento attorno al quale ruoteranno una serie di iniziative, progetti e vere e proprie food experiences.

Anche quest’anno “Salamina & Friends” si è rivelato un grande successo grazie all’impegno di organizzatori e volontari ANCeSCAO nel promuovere iniziative come questa sul territorio ferrarese, dove vivono ancora famiglie che seguono e tramandano le vecchie tradizioni contadine per non farle vivere solo nei racconti di nonni e genitori, ma concretizzarle in momenti di condivisione e socialità.

Parma:"Orti Rifiuti Zero"

Tra le attività che ANCeSCAO Nazionale A.P.S. promuove per perseguire le proprie finalità solidaristiche e di utilità sociale, anche l’ambiente gioca un ruolo significativo grazie alle numerose aree ortive presenti sul territorio.

Da sempre gli costituiscono per ANCeSCAO un importante mezzo per favorire integrazione e socializzazione e divulgare uno stile di vita sostenibile che rispetti l’ambiente, per questo il Coordinamento , promosso dal Comune di Parma e realizzato assieme alle istituzioni, al coordinamento “Rete Parma Riusa” e alla Cooperativa Sociale “Cigno Verde”.                                                                    “Orti Rifiuti Zero” prevede la realizzazione di alcune piazzole di compostaggio nelle aree ortive della città, con l’obiettivo di promuovere una corretta gestione dei rifiuti prodotti negli orti e allo stesso tempo ridurre i costi di smaltimento e le quantità di scarti che, grazie al processo di compostaggio, verranno riutilizzati come terriccio e concime nelle stesse aree ortive.         

La prima piazzola è stata inaugurata il negli orti sociali di via Venezia, alla presenza dell’Assessore all'ambiente del Comune di Parma Tiziana Benassi, del Presidente del Coordinamento Provinciale ANCeSCAO di Parma Benedetto D’Accardi, del Presidente degli orti sociali di via Venezia Hussein Merhi e di Massimo Donati ed Enrico Ottolini per Rete Parma Riusa e Fabio Faccini della Cooperativa Sociale “Cigno Verde”.                                                                                                                                                               

Sono già in programma alcuni incontri formativi dedicati agli ortolani sull'uso e la gestione delle attrezzature messe a disposizione dalla cooperativa, e la realizzazione nel 2020 di altre piazzole in ognuna delle aree ortive presenti in città.                                                                                                                                                                                                                                                                  Grazie alla  tra Istituzioni, Associazioni e Cooperative, con il progetto “Orti Rifiuti Zero” ANCeSCAO potrà promuovere buone pratiche di cittadinanza attiva volte alla cultura della sostenibilità e ad una pratica di gestione più consapevole delle aree ortive attraverso l’utilizzo di concimi biologici.

8 Marzo, ma quale?

ANCeSCAO Emilia-Romagna - 8 Marzo

2019 ce lo spacciano per “un anno bellissimo” nel quale però pesano come un macigno: la recessione, la cambiale di 32 miliardi extra deficit e l’aumento dell’I.V.A. da scontare sulla manovra del 2020. Ma non è di economia che voglio parlare, vorrei inserire un ragionamento diverso per questa giornata.

25 Novembre – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

ANCeSCAO Emilia-Romagna - Panchine S. Agnese S. Damaso

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel dicembre 1999 designando di 25 novembre come data della ricorrenza ufficializzando la data scelta da un gruppo di donne attiviste riunitesi nell’incontro femminista Latino americano e dei Caraibi tenutosi a Bogotà nel 1981.

ANCeSCAO Emilia-Romagna a Valfornace "per ri-costruire"

ANCeSCAO Emilia-Romagna - Visita a Valfornace

Venerdì 6 Luglio 2018, una delegazione di Ancescao Emilia Romagna, congiuntamente al Comitato Pro Terremotati di ANCeSCAO Nazionale, si è recata a Valfornace, comune terremotato del maceratese, per illustrare direttamente alle istituzioni locali, il progetto che ha come obiettivo la costruzione di un punto di aggregazione e per creare un ponte significativo tra le due comunità, lontani geograficamente, ma emotivamente ed operativamente vicine.